Scelta della lavatrice: funzioni, caratteristiche e tipo di carico

Giugno 30, 2020 by Nessun commento

La lavatrice è un elettrodomestico indispensabile, nessuno oggi può farne a meno. Quando ci si appresta a scegliere una nuova latrice bisogna tenere conto di vari aspetti: la dimensione, il consumo di energia, le funzioni, la carica che può essere frontale o dall’alto, i programmi e il tipo di manutenzione necessaria.

In questo articolo, in particolare, vedremo quali caratteristiche deve avere una buona lavatrice e se è meglio scegliere una lavatrice con carica dall’alto o frontale.

Lavatrice: caratteristiche e funzioni

Vediamo quali sono le caratteristiche da prendere in considerazione prima di acquistare la lavatrice. Le dimensioni della lavatrice saranno sicuramente le prime caratteristiche da valutare queste, naturalmente, dipenderanno dallo spazio che avete a disposizione nell’ambiente in cui posizionerete l’elettrodomestico.

Le dimensioni delle lavatrici standard sono circa 60X60 cm per quelle con carica frontale e 45X60 cm per quelle con carica dall’alto, l’altezza della lavatrice varia tra gli 85 e i 90 cm, queste lavatrici standard, di solito, consentono il lavaggio di una quantità di indumenti tra i 10 e i 15 chilogrammi. Per chi ha problemi di spazio, esistono in commercio modelli di lavatrici con dimensioni ridotte chiamati slim, queste lavatrici hanno una misura inclusa fra 35 e 45 cm e sono leggermente più basse rispetto ai modelli standard, i modelli slim danno la possibilità di lavare indumenti di peso tra 5 e 9 chilogrammi.

Un’altra peculiarità della lavatrice sono sicuramente i programmi di lavaggio. I programmi standard sono: prelavaggio, colorati, tessuti resistenti, sintetici, lana e delicati. Oltre a questi programmi, su alcuni modelli di lavatrice, possono essere presenti anche programmi più specifici come: il lavaggio rapido, utile per lavare rapidamente capi in piccole quantità o poco sporchi, il lavaggio “eco” che consente di risparmiare energia, il lavaggio per capi sportivi, per tende o piumoni. Ciascun modello di lavatrice, dispone di diversi tipi di programmi, nella scelta bisognerà optare per la lavatrice con programmi che maggiormente si adattano alle proprie esigenze.

Una delle funzioni più importanti della lavatrice è sicuramente la centrifuga, bisognerà porre attenzione nella scelta della velocità di centrifuga, tenendo presente che, una velocità maggiore vi darà la possibilità di asciugare più velocemente la biancheria ma, allo stesso tempo, otterrete capi più stropicciati da stirare successivamente. Una centrifuga alta, intorno a 1400/1600 giri, è utile se in casa avete anche un’asciugatrice, i capi più strizzati asciugheranno in meno tempo e risparmierete quindi sull’utilizzo dell’asciugatrice.

Quando si acquista una lavatrice bisognerà tener conto anche della facilità d’uso dell’impostazione dei programmi: manuale, con uso della manopola, digitale attraverso l’uso di un display. Oggi esistono in commercio modelli controllabili attraverso il proprio smartphone.

L’aspetto più importante sarà sicuramente rappresentato dal prezzo della lavatrice, la forbice può variare tra i 200€ e gli oltre 600€, naturalmente il prezzo inciderà sulle funzioni della lavatrice.

Scegliere la lavatrice in base alla tipologia di carico, dall’alto o frontale, è un altro aspetto molto importante da valutare. Vediamo di seguito quali sono le differenze e le peculiarità di ciascuno dei due modelli.

Lavatrici con carica dall’alto e frontale: differenze e caratteristiche

La differenza sostanziale tra una lavatrice carico dall’alto e una a carico frontale, oltre alla tipologia di carico, è la dimensione. Le lavatrici con carica frontale sono più ingombranti e l’oblò, quando aperto, occupa spazio, quelle con carica dall’alto sono meno ingombranti in genere hanno una dimensione di 40X60 cm. e, non hanno l’oblò, quindi se avete problemi di spazio è consigliabile optare per la carica dall’alto.

Tra i due modelli quella più pratica da usare è sicuramente quella con la carica dall’alto perché non c’è bisogno di chinarsi per inserire e prelevare i capi dall’interno, è comoda per chi ha problemi alla schiena o alle gambe, per quanto riguarda la manutenzione ordinaria sicuramente è più facile da pulire il modello con la carica dall’alto perché lo sporco non si accumula all’interno delle guarnizioni. Se la lavatrice è usata anche come piano d’appoggio, è meglio optare per la lavatrice con carica frontale.

Per quanto riguarda il prezzo, le lavatrici con carica dall’alto sono più costose. Concludendo possiamo affermare che entrambe le tipologie sono funzionali, la scelta di una piuttosto che l’altra dipenderà dalle singole necessità.

In questa breve guida abbiamo cercato di enunciare le caratteristiche e le funzioni principali che una lavatrice deve avere e abbiamo visto la differenza tra i modelli di lavatrice con carica dall’alto e quelli con carica frontale. Per avere un’idea sui vari modelli di lavatrici in commercio e su quale sia il migliore, vi consigliamo di leggere la “Guida all’acquisto miglior lavatrice” sul sito web www.migliorlavatrice.it.